Top
a

Io Calabria Magazine

  /  Salute   /  Mestruazioni   /  Aspettando il menarca: a che età arriva la prima mestruazione? E perché è un passaggio così importante?

Aspettando il menarca: a che età arriva la prima mestruazione? E perché è un passaggio così importante?

I l menarca è la comparsa della prima mestruazione, questo evento segna l’inizio della pubertà e l’entrata nell’età fertile. Ma quanto è complesso relazionarsi su questi argomenti con se stessi o… con la propria figlia?

La comparsa del menarca rappresenta un momento significativo sia dal punto di vista psicologico sia a corona di una serie di modificazioni e cambiamenti fisici dei caratteri sessuali secondari, che influenzano inevitabilmente il vissuto psicologico delle ragazze in un momento durante il quale la costruzione dell’identità -di genere e sessuale – ha un ruolo fondamentale. L’arrivo del menarca, in qualche modo, va a sancire l’inizio della presa di distanza dal sé bambina e non di rado innesca sentimenti ambivalenti sia per le ragazze sia per i genitori.

Nella maggior parte delle donne, la prima mestruazione si verifica tra i 10 e i 16 anni. Prima di questo momento, nel corpo femminile si verificano molti cambiamenti, quali, ad esempio, la crescita delle ghiandole mammarie, l’aumento della statura e la comparsa della peluria nella zona ascellare e pubica. Il menarca si presenta con delle piccole perdite vaginali di colore rosso-marroncino, le quali possono essere anticipate o accompagnate da senso di tensione al seno, dolore al basso ventre, mal di schiena e violente oscillazioni d’umore. Dopo l’arrivo del menarca è abbastanza frequente che il ciclo mestruale sia soggetto a irregolarità.

 

A quale età compaiono le prime mestruazioni?

 

La maturità sessuale delle ragazze non viene raggiunta sempre alla stessa età: il momento in cui si verificano i cambiamenti associati alla pubertà variano notevolmente da soggetto a soggetto.
Il menarca tende a comparire fra i 10 e i 15 anni, anche se i primi flussi mestruali compaiono mediamente a 12-13 anni. È importante sottolineare che l’arrivo del menarca è influenzato da diversi fattori biologici, ambientali, ormonali e genetici. Si parla di pubertà precoce ad esempio quando le prime mestruazioni compaiono prima dei 10 anni, mentre se il menarca compare tra i 16 e i 18 anni, si parla di ritardo puberale.
La mancata comparsa della mestruazione oltre i 18 anni di età viene invece definita amenorrea primaria.

 

Irregolarità dopo il menarca

 

All’inizio, le mestruazione possono essere irregolari: può succedere che per alcuni mesi, ad esempio, il flusso compaia ad intervalli di due-tre settimane oppure soltanto una volta ogni due-tre mesi. Anche l’intensità delle mestruazioni può variare molto da un ciclo all’altro (con flussi a volte scarsissimi, a volte più abbondanti).
La regolarità del ciclo dipende da molti fattori che devono armonizzarsi fra loro ed il corpo deve trovare un certo equilibrio. In linea generale, le irregolarità per ritmo, quantità e/o durata del ciclo mestruale possono essere considerare normali nei due anni circa successivi al menarca. Di solito, quest’iniziale situazione si normalizza spontaneamente e non richiede alcun trattamento. In caso di prolungata irregolarità o mancanza del ciclo mensile (amenorrea), un’ostetrica o un ginecologo può accertare lo stato evolutivo di utero ed ovaie, lo sviluppo globale e le condizioni fisiche, oltre a dare una risposta ad eventuali dubbi della ragazza.

 

Come prepararsi al menarca: Chiedi consiglio ad un’ostetrica

 

La comparsa della prima mestruazione riporta inevitabilmente a tematiche sessuali che ancora oggi vengono discusse e affrontate poco sia in famiglia che a scuola. Il corpo che cambia, diventa spesso motivo di sguardi diversi da parte dei coetanei e la ragazzina può provare senso di vergogna e inadeguatezza. Proprio a questo riguardo sarebbe opportuno un supporto di educazione sessuale non solo orientato a gestire meglio in modo pratico le mestruazioni, come per esempio l’igiene, ma anche ad aiutare la ragazza a prendersi cura di tutto il suo corpo, comprese le parti deputate alla sessualità e alla procreazione, rispettando e favorendo la sua intimità. È fondamentale che sappia in cosa consiste l’ovulazione, il ciclo mestruale, il perché delle perdite ematiche, utilizzando un linguaggio naturale, semplice comprensibile e adeguato all’età. In questa fase evolutiva, le ragazze tendono ad affrontare profondi conflitti interiori e ambientali, che portano a manifestazioni di irrequietezza, eccessi comportamentali e sbalzi d’umore.
In tale contesto, è bene parlare alla ragazza delle mestruazioni ancora prima della loro comparsa, in modo che sia preparata a considerare l’evento come perfettamente normale ed evitare che rimanga sorpresa dall’improvvisa comparsa del menarca.

Io Calabria Cosenza ha ideato il corso Menarca, piacere di fare la tua conoscenza

Condotto dalla dott.ssa ostetrica Teresa Mastrota e dalla dott.ssa psicologa ed insegnante di Yoga Roberta Chiappetta il corso ha lo scopo di far conoscere meglio il funzionamento del ciclo mestruale e del proprio corpo. Lo Yoga è una disciplina molto utile per riequilibrare e armonizzare il corpo, la mente e le emozioni, ed è in grado di favorire l’equilibrio e la perfetta coordinazione di tutte le funzioni organiche e di mantenere uno stato di salute ottimale.
A chi è rivolto?
Rivolto sia a ragazze che hanno avuto il menarca che a quelle che non lo hanno ancora avuto, con programmi differenti.
Età dai 10 ai 14 anni.
Come si svolge?
3 incontri di circa 90 minuti, ogni mercoledì dalle ore 15.00 alle ore 16.30. Modalità: incontri attivi e attivanti con laboratori creativi e yoga.

Perché questo corso è importante?

Con l’arrivo delle mestruazioni il suo corpo cambia e anche il modo di interagire verso l’esterno. Cambiano le sue preferenze in fatto di vestiti, libri, musica. Cresce e scopre il mondo. Lo esplora secondo le proprie preferenze, ritmi e desideri. In questa fase avrà tante domande da fare, alcune le farà con naturalezza, altre meno, qualcuna invece non saprà neanche come formularla. Miti e tabù sono ancora presenti ed hanno contribuito alla poca istruzione nelle scuole e nelle famiglie, dove spesso vige il veto pudico su questo argomento. Non è raro vedere ragazzine e donne adulte associare il ciclo mestruale ad una fase sporca e sudicia, spesso dolorosa e priva di un riscontro medico.
Restituire una giusta informazione equivale renderle partecipi e padrone del proprio corpo. Imparare a vivere il mestruo con positività, distinguere quello che è normale e quello che non lo è. Ad esempio impareranno che avere dolore mestruale non è mai normale, sapranno come è fatto il proprio corpo e come è corretto che funzioni. E poi tante curiosità sulle mestruazioni, tipo che le mestruazioni non puzzano, che mangiare cioccolato durante il mestruo aiuta tantissimo, perché è ricco di magnesio, minerale il cui fabbisogno aumenta proprio nel periodo delle mestruazioni.

Vuoi saperne di più? Ne parliamo da Io Calabria, venerdì 17 alle 19 con la dott.ssa Ostetrica Teresa Mastrota durante il festival Che non sia solo l’8 Marzo: “Piacere di fare la tua conoscenza Menarca” Come spiegare e fare amare la prima mestruazione… e tutte le altre!

 

 

Giornalista ed imprenditrice, esperta in tematiche riguardanti gli steretipi di genere nella medicina. Titolare del centro sanitario multidisciplinare Io Calabria e Direttrice di Io Calabria Magazine